Le fasi del progetto di riqualificazione

PRIMO INTERVENTO: Vista la necessità di rinnovare il CPI (certificato di prevenzione incendi), indispensabile per la continuità delle attività e ottenuta l’approvazione ai lavori da parte della Curia Arcivescovile, sono stati incaricati professionisti abilitati nei vari settori che hanno predisposto i progetti esecutivi (verifica dell’impianto elettrico, installazione di allarme sonoro di emergenza, di evacuazione fumi, verifiche dello stato di conservazione delle strutture e di reazione al fuoco, aggiornamento delle porte tagliafuoco, ecc. ) e curato poi la loro realizzazione.

SECONDO E TERZO INTERVENTO: Ulteriori opere sono necessarie per ottenere il rinnovo dell’Agibilità:

1) la sostituzione della attuale controsoffittatura della sala, realizzata tra il 1953-57 , con pannelli di protezione al fuoco delle strutture di copertura abbinati a pannelli acustici performanti di nuova concezione.

2) la revisione dell’impianto di condizionamento con sostituzione della Unità di trattamento aria e adeguamento della canalizzazione destinata al rinnovo d’aria dall’esterno come da normativa vigente. L’ intervento prevede anche una piccola ristrutturazione dei locali interrati già ora destinati a tale funzione.

3) la sostituzione del collettore di distribuzione dell’acqua caldafredda nella ex centrale termica

4) interventi di imbiancatura a completamento delle opere descritte e adattamento degli impianti elettrici nella ex centrale termica.

Tutte le opere saranno realizzate durante i mesi estivi a partire dall’inizio del prossimo mese di giugno con termine previsto per settembre 2016. Ad interventi conclusi sarà sollecitata la visita conclusiva da parte della Commissione di Vigilanza per i locali di pubblico spettacolo.